Politica

Caro carburante: Lega, stop temporaneo accisa o Iva ridotta

ROMA, 14 MAR – “La Lega chiede al Governo di intervenire con urgenza scegliendo tra due misure temporanee: la non applicazione dell’accisa oppure l’introduzione di un’aliquota IVA ridotta sul carburante fino al ripristino del livello dei prezzi medi comparabili con quelli dell’ultimo trimestre dell’anno 2019, come già operato per il gas per usi civili e industriali. In questo modo si può consentire una tenuta del sistema economico dell’intero Paese durante un periodo di profonda crisi ed instabilità internazionale. Ricordiamo che l’Italia ha la componente fiscale tra le più alte in Europa, con accise e IVA che pesano per il 55% sul prezzo al consumo della benzina e per il 52% su quello del gasolio. Se venissero mantenuti questi prezzi per i prossimi mesi dell’anno in corso, risulterebbe un maggior gettito per lo Stato pari a 2,210 miliardi di euro rispetto al 2021. Così facendo si andrebbe verso il blocco di numerose attività produttive, a cominciare dall’autotrasporto, e verso una ulteriore impennata dei prezzi al dettaglio per i prodotti di consumo. Per questo la Lega agirà con forza per scongiurare il dramma che, insieme al caro energia, sta determinando un danno pesantissimo all’economia del nostro Paese”. Così in una nota il capogruppo dei senatori Lega Massimiliano Romeo con il responsabile del dipartimento Energia del partito Paolo Arrigoni. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati