Politica

Autonomia regionale, Conte: è nel contratto di governo

"C'è sicuramente l'impegno del governo a proseguire in questa direzione", ha detto il premier

Quello dell’autonomia regionale è stato definito dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte come un tema su cui “non si scherza”. Il tema è nel contratto del governo e, dopo il referendum consultivo del 2017, “bisogna raccogliere le istanze del territorio, le istanze regionali”.
Per mettere in atto il progetto dell’autonomia regionale, ha detto Conte nel corso della conferenza stampa di fine anno, “ci muoveremo nei limiti del binario costituzionale”.  “Ci sono delle materie che sono prerogativa esclusiva dello Stato – ha specificato il premier – e lì non ci sarà la possibilità di fare alcuna concessione”. Conte ha poi assicurato: “vogliamo realizzare questo progetto in modo efficace e plausibile”, aggiungendo: “sarò garante della coesione nazionale, della coesione sociale: è questo il ruolo che spetta al presidente del Consiglio dei Ministri”.

Giuseppe Conte ha parlato dei passaggi che nei prossimi mesi dovrebbe portare all’attuazione del progetto dell’autonomia regionale. “Col mandato che ho, andrò a negoziare con i governatori, in particolare del Veneto, dell’Emilia Romagna e della Lombardia”, ha detto il premier, spiegando: “andremo a finalizzare questa intesa, e poi ci sarà una legge che sarà votata a maggioranza assoluta in Parlamento”.

Tags

Articoli correlati