ItaliaMeteorologia

Meteo, Italia bersagliata dal maltempo: ma per Natale cambiamenti in vista

Dopo le forti piogge, i temporali e le intense nevicate dei prossimi giorni, da lunedì si cambia scenario

Non si arresta il maltempo sull’Italia. Dopo quella che sta transitsando in queste ore sull’Itali, tra venerdì e sabato è atteso l’arrivo di un’altra, ancora più intensa perturbazione atlantica che sarà responsabile di una nuova forte ondata di maltempo sull’Italia, con piogge diffuse e abbondanti al Nord, regioni centrali tirreniche e Sardegna, copiose nevicate sulle zone alpine ma solo a quote relativamente alte, venti forti e mari agitati. Buone notizie per l’inizio della prossima settimana, quando il tempo inizierà a migliorare. Nel dettaglio,venerdì al mattino parziali schiarite sul medio-basso Adriatico e all’estremo Sud, nuvole altrove, più compatte al Nord e in Sardegna, con piogge inizialmente per lo più concentrate al Nord-Ovest; primi fenomeni moderati in Liguria e a ridosso delle Alpi piemontesi con neve oltre 1600-1700 metri. Nel pomeriggio le piogge gradualmente si estenderanno anche al Nord-Est, al settore tirrenico, fino alla Campania e alla Sardegna. Marcato maltempo in particolare al Nord-Ovest, con forti rovesci o temporali in Liguria. Precipitazioni da moderate a forti anche su Piemonte e ovest della Lombardia. Non si escludono nubifragi in Liguria. Tra sera e notte precipitazioni in lenta attenuazione al Nord-Ovest, in intensificazione al Nord-Est, con episodi di forte intensità su Prealpi orientali e Friuli Venezia Giulia: limite della neve in calo nella notte fino 1400-1500 metri. Instabilità associata a rovesci o temporali coinvolgerà dapprima la Toscana e, nella notte, anche Lazio, Campania e Sardegna. Temperature in lieve calo nelle minime al Centro-Sud, massime senza variazioni di rilievo. Venti meridionali in intensificazione, che tenderanno a divenire forti a iniziare dal Ligure e dai mari intorno alla Corsica e alla Sardegna. Sabato registreremo un temporaneo miglioramento sulle regioni settentrionali, con tempo probabilmente asciutto e qualche temporanea schiarita al Nord-Ovest. Fase invece spiccatamente instabile al Centro-Sud, specie al mattino, tra Umbria, Toscana e Campania, dove saranno possibili rovesci o temporali anche di forte intensità. A fine giornata piogge in attenuazione. Si tratterà però di un miglioramento soltanto temporaneo. Infatti, tra la notte successiva e la giornata di domenica, è atteso il transito di un’altra rapida ma intensa perturbazione, con effetti in termini di precipitazioni principalmente sulle regioni nord-orientali, in Sardegna e in quelle tirreniche della Penisola. Ancora una volta i fenomeni potranno risultare localmente forti. La perturbazione sarà accompagnata anche da forti venti da ovest o di Maestrale con raffiche anche burrascose in Sardegna e sul Tirreno. A inizio settimana il tempo tornerà a migliorare grazie a un flusso di correnti nord-occidentali più asciutto con qualche strascico in termini di precipitazioni soltanto all’estremo Sud e nelle Alpi di confine. Gradualmente, un’area di alta pressione dovrebbe estendersi sull’Italia, la quale potrebbe preludere a una fase di tranquillità meteorologica proprio in coincidenza con le Festività natalizie. Si tratta di una tendenza sicuramente da confermare. Da un punto di vista termico, il freddo dovrebbe rimanere lontano dall’Italia ancora per diversi giorni: le temperature, pur con alcune variazioni, si manterranno infatti prevalentemente sopra la norma con buona probabilità fino a Natale.

 

 

 

Tags

Articoli correlati