CronacaItalia

Messaggio di aggiornamento da WhatsApp: cosa si rischia se si accetta?

Cosa si sta chiedendo agli utenti

I termini di servizio e le norme della privacy sono cambiati per WhatsApp e l’azienda sta chiedendo ai propri utenti di accettare. Se gli utenti rifiuteranno di condividere questi dati non potranno più usare WhatsApp dal’8 febbraio prossimo. Infatti si legge nella notifica: “Toccando ‘accetto’, accetti i nuovi termini e l’informativa sulla privacy, che entreranno in vigore l’8 febbraio 2021. Dopo questa data, dovrai accettare questi aggiornamenti per continuare a utilizzare WhatsApp. Puoi anche visitare il centro assistenza se preferisci eliminare il tuo account e desideri ulteriori informazioni”.

L’azienda ha comunicato che i cambiamenti riguarderanno solo gli account ‘business’. Sembrerebbe che non ci saranno cambiamenti nella condivisione dei dati con Facebook in merito alle chat non business e alle informazioni sui profili privati.

Il messaggio di aggiornamento dei termini è stato inviato a quasi due miliardi di utenti, ma secondo WhatsApp sarebbe soltanto allo scopo di fornire “informazioni più chiare e dettagliate ai nostri utenti su come e perché utilizziamo i dati”.

Ma siamo sicuri che il cambio delle norme non sia finalizzato a far aumentare il numero dei nostri dati personali da WhatsApp verso Facebook? Se così fosse il social network potrebbe monetizzare ancora di più il suo servizio e potrebbe aprirlo a nuove pubblicità più mirate e più personalizzate.

Facebook e WhatsApp in queste ore hanno smentito queste voci specificando che non succederà in Europa e non succederà per gli utenti privati. (Agi)

Articoli correlati