Italia

Melegatti riparte con il lievito madre tenuto in vita da due operai

Lo stabilimento di Melegatti è ripartito da pochi giorni

La Melegatti di Verona ha riaperto lo stabilimento dolciario ridando lavoro a 35 addetti,in gran parte ex lavoratori dello storico marchio veneto. Sono stati protagonisti soprattutto due operai, Matteo Peraro e Davide Stupazzoni, che hanno tenuto in vita il lievito madre anche nel periodo della chiusura, custodendolo con cura nonostante avessero smesso di percepire lo stipendio.

Il lievito madre di Melegatti è unico: “ha almeno 124 anni di storia, perché – come ha riferito a Il Corriere del Veneto il nuovo ad Giacomo Spezzapria – verosimilmente esisteva da prima che venisse fondata la ditta, utilizzato nella prima pasticceria di Domenico Melegatti”.

“Il lievito va nutrito ogni giorno, altrimenti c’è il rischio che muoia”, ha spiegato Spezzapria. Sui social, intanto, molti chiedono l’onorificenza di cavalieri del lavoro per i due operai-eroi.

Tags

Articoli correlati