ItaliaPrimo Piano

Maturità 2019, è la notte prima degli esami: domani la prima prova. Le cose da sapere

Scatta il toto-tema

Per chi si prepara ad affrontare la Maturità 2019 è il momento della temuta “notte prima degli esami”: domani 19 giugno si comincia con la prima prova, il tema. Le tipologie saranno tre, e non più quattro: la traccia storica è infatti stata eliminata.

La prima prova della Maturità inizierà alle 8.30. Gli studenti avranno 6 ore per scrivere il tema e potranno scegliere tra sette tracce:

  • tipologia A: analisi del testo, due tracce;
  • tipologia B: analisi e produzione di un testo argomentativo, tre tracce;
  • tipologia C: riflessione su tematiche di attualità, due tracce.

Una novità è stata introdotta nella prima tipologia di prova: chi opterà per l’analisi del testo potrà infatti scegliere tra due autori e non ce ne sarà solo uno come è accaduto fino alla maturità dell’anno scorso. Verranno proposti testi letterari dall’Unità d’Italia fino a oggi. Uno dei principali scogli, di solito, è rappresentato proprio dall’età del testo: spesso vengono proposti autori del secondo Novecento, che difficilmente vengono approfonditi a scuola.

La tipologia B proporrà agli studenti che affrontano la Maturità di interpretare e riflettere su un singolo testo o un estratto producendo un testo argomentativo.
La tipologia C rappresenta invece il tema “vero e proprio”, che propone allo studente una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Il ministro Bussetti ha detto che la cosa più importante da fare è pensare che ognuno dei maturandi potrà contribuire a migliorare il mondo. Molti hanno preso le sue parole come un indizio sulle tracce del tema, ipotizzando che le tematiche affrontate potrebbero essere legate ad alcune grandi problematiche nei nostri tempi, dalla mafia al cambiamento climatico passando per la lotta al razzismo o al bullismo, e alle loro possibili soluzioni.

VIDEO – Maturità: arriva l’inno di Lorenzo Baglioni

Tags

Articoli correlati