CronacaItalia

Maltempo, il sindaco di Sarno evacua 200 persone

Il paese fu colpito nel 1998 da una terribile alluvione con 160 vittime

L’intensa perturbazione in transito sull’Italia sta creando preoccupazione. Il sindaco di Sarno, il paese colpito nel 1998 da una tragica alluvione in cui persero la vita 160 persone, vista l’allerta arancione della Portezione Civile ha disposto l’evacuazione forzata di circa 200 persone. Il Comune scrive: “In via precauzionale, alla luce di quanto accaduto la scorsa notte, con scivolamento a valle di fango e detriti dal versante del monte Saretto colpito dall’incendio dello scorso 20 settembre ed in virtù dell’avviso diramato dalla Protezione Civile della Regione Campania, con criticità arancione e peggioramento delle condizioni meteorologiche con rovesci temporaleschi di forte intensità (dalle ore 12 e per le successive 24 ore) il sindaco, Giuseppe Canfora, ha ordinato l’evacuazione dei residenti dell’ area pedemontana nella mattinata del 5 novembre 2019. Una misura di previsione e prevenzione resasi necessaria per garantire la sicurezza e l’incolumità dei cittadini che saranno accolti in strutture di sicurezza. Si sta già provvedendo in queste ore ad informare la popolazione interessata con l’aiuto degli uomini della polizia municipale. È stata già predisposta anche la chiusura delle scuole. La scuola media Baccelli sarà attrezzata per l’accoglienza. Mezzi di supporto e soccorso, volontari aiuteranno i residenti nelle operazioni di evacuazione. Le aree interessate sono: via Pietro Nocera, vicolo Orefice, via Mortaro e vicoli adiacenti, vicolo San Martino, vicolo Tre Corone. Eventuali altre aree e strade interessate, saranno comunicate rapidamente”.

Tags

Articoli correlati