CronacaItalia

Lamezia Terme, rifiuti incendiati in accampamento rom

Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e carabinieri. Non risultano persone ferite o intossicate

Lamezia Terme – Sono ripresi da oggi a Lamezia Terme, nelle adiacenze dell’accampamento rom di località Scordovillo, gli incendi di rifiuti di vario genere e di cataste di pneumatici usati, con conseguente emissione di fumi tossici. Sul posto, per spegnere le fiamme, sono intervenuti uomini e mezzi dei vigili del fuoco del distaccamento locale e del Comando provinciale di Catanzaro. Il rogo ha provocato un’enorme nuvola di fumo nero visibile anche a chilometri di distanza, creando notevoli disagi al vicino ospedale “Giovanni Paolo II”.

Non si registrano persone ferite o intossicate, ma sono state numerose le chiamate giunte al centralino dei vigili del fuoco che sono potuti intervenire sul luogo dell’incendio scortati dai carabinieri e da personale della Polizia locale. In supporto per l’opera di smassamento delle cataste di rifiuti è giunto sul posto anche un mezzo meccanico da cantiere, messo a disposizione dalla cooperativa sociale ‘Malgrado Tutto’. (ANSA)

Tags

Articoli correlati