ItaliaMeteorologia

Il freddo si fa ancora sentire, ma si intravede una svolta a metà settimana

Le temperature domani all'alba saranno ancora rigide: al Centro-Sud si osserverà un lieve rialzo nei valori massimi, seppur sempre inferiori alla norma

Il freddo è ancora protagonista in questo inizio di settimana. Domani ancora temperature rigide all’alba, con gelate intense e diffuse al Centro-Nord e localmente anche al Sud. Valori massimi in lieve aumento al Centro-Sud, ma ancora inferiori alla norma. Un cambiamento più deciso e diffuso – avvertono i meteorologi di iconameteo.it -, si potrà osservare a partire da mercoledì, quando si avrà un rialzo termico generale, più sensibile al Centro-Sud e nelle Isole per effetto di più miti venti meridionali.

Previsioni per le prossime ore

Al Nord, sulla Sardegna e sulle regioni tirreniche, fino al nordovest della Calabria, tempo in prevalenza soleggiato, con foschie dense e banchi di nebbia in dissolvimenti in Val Padana e qualche velatura passeggera sulle regioni settentrionali, più densa sul Friuli Venezia Giulia. Nuvolosità variabile altrove, in diradamento sul medio versante Adriatico, nell’ovest e sud della Sicilia. Ultime isolate e deboli precipitazioni su Calabria ionica e meridionale, nord ed est della Sicilia e sulla Puglia centro-meridionale. In serata e nella notte deboli precipitazioni non escluse sul Gargano, nevose fino ai 500 metri. Tendenza a un aumento delle nuvole in Liguria, mentre si intensificheranno le nebbie in Val Padana e sulle coste adriatiche tra Veneto e Marche.
Temperature: massime stazionarie o in lieve rialzo al Centro e sulla Sardegna, in ulteriore lieve calo al Sud, su valori ancora inferiori alla media stagionale, superiori a 10 gradi solo nel sud della Calabria e nelle Isole.

Previsioni per domani, martedì 19 gennaio

Su Lazio meridionale, Sud e Isole maggiori tempo in prevalenza soleggiato. Nelle aree alpine passaggio di debole nuvolosità ad alta quota. Addensamento delle nubi su Liguria, Toscana, nord del Lazio e Umbria, con locali deboli piogge o pioviggini tra il levante Ligure e l’alta Toscana. Nebbie localmente fitte in Val Padana e nel settore costiero tra Veneto e Romagna, in sollevamento a metà giornata, ma con formazione di strati di nubi basse. Temperature: minime in ulteriore lieve calo, con gelate intense e diffuse all’alba al Centro-Nord e localmente nelle aree interne del Sud. Massime in lieve rialzo nelle Alpi e sulle regioni centro-meridionali, ma con valori ancora inferiori alla norma. Nelle aree nebbiose e grigie della Val Padana si potrebbero non superare gli zero gradi.

Previsioni per mercoledì

Tempo parzialmente soleggiato su Alpi, Piemonte occidentale, medio e basso Adriatico, Calabria e Isole. Prevarranno invece le nuvole nel resto d’Italia con cielo anche grigio sulla pianura padano-veneta, nel settore ligure e sull’alta Toscana. Locali e brevi piogge deboli o pioviggini saranno possibili sul Levante ligure e sull’alta Toscana con neve oltre i 1000-1200 m e, in forma più occasionale, su Venezia Giulia, Ponente ligure, resto della, Toscana, basso Lazio e Campania. In serata locali precipitazioni anche su Alessandrino, alto Piemonte e alta Lombardia, nevose fino ai 300-600 m. Temperature in rialzo quasi dappertutto nei valori minimi con gelate meno intense e diffuse al Nord. Massime in aumento al Centro-Sud e nelle Isole per effetto di più miti venti meridionali che andranno intensificandosi nel corso della giornata. In serata venti fino a forti nell’ovest della Sicilia.

Tags

Articoli correlati