CronacaPrimo Piano

Yara Gambirasio, mistero al carcere di Bollate: si spaccia per un altro e parla con Bossetti

A denunciare il fatto è stato Cesare Marini, consulente informatico della Procura di Brescia

Yara Gambirasio, mistero al carcere di Bollate dove si trova detenuto Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo per l’omicidio della giovanissima ragazzina di Brembate. Cesare Marini, consulente informatico della Procura di Brescia, ha presentato una denuncia contro ignoti dopo che qualcuno si è presentato a suo nome nel carcere e ha parlato con Bossetti. L’ignoto ha proposto all’ex muratore una nuova linea difensiva con possibili nuovi sviluppi sulla prova Dna, finora negata al condannato.

Tags

Articoli correlati