Cronaca

Vasco Rossi contro senatore M5s: “Giù le mani dalle mie canzoni”. Il motivo dello sfogo

La rockstar reagisce a un video di Gianluigi Paragone

Vasco Rossi contro Gianluigi Paragone, senatore del Movimento 5 Stelle. La rockstar non prende bene un video del politico pentastellato, che per anticipare quale sarà il suo voto sulla piattaforma Rousseau prende in prestito una sua canzone, “C’è chi dice no”. L’artista, tramite il suo profilo Instagram, tuona: “C’è chi dice no lo dico io: i politici devono mettere giù le mani dalle mie canzoni“. “Che imparino a usare parole originali loro e a non strumentalizzare la musica – aggiunge Vasco -, c’è chi usa le mie canzoni per le sue campagne politiche e di opinione: voglio sia chiaro che io non autorizzo nessuno a farlo e per quello che mi è possibile cerco di impedirlo!”. “Tanto meno – precisa il cantante – si può pensare che io sia d‘accordo con le opinioni di chi usa le mia musica per chiarire le sue idee confuse”.

Tags

Articoli correlati