Cronaca

Valanga di insulti razzisti e sessisti a una ragazza di 25 anni che ha criticato Salvini

"Ho solo espresso il mio dissenso, per questo mi hanno vomitato addosso di tutto"

Una ragazza che lavora in un centro di accoglienza, fidanzata con un 32enne nigeriano, è stata massacrata sui social dopo aver criticato sui social il pensiero di Salvini, ospite a una trasmissione tv.
Mentre Matteo Salvini parlava di immigrati, la ragazza di 25 anni di Stradella (Pavia) ha scritto sulla sua pagina Facebook: “Prima di parlare di immigrazione, Salvini dovrebbe sciacquarsi la bocca”.

Queste sue parole hanno innescato una valanga di insulti razzisti e sessisti da uomini e donne: “Il negretto ti soddisfa, spero”, “Invece di parlare di integrazione, controlla quando scade il permesso di soggiorno del tuo compagno, inutile donna”, “Vai direttamente in Africa, avrai l’imbarazzo della scelta, dal produttore al consumatore”, poi l’invito a “sciacquarsi la bocca con l’acido” o con la candeggina.

La ragazza ha poi commentato quanto successo scrivendo: “Non ho insultato nessuno, ho solo manifestato legittimamente il mio dissenso, per questo mi hanno vomitato addosso di tutto. Chi mi ha insultata dovrebbe conoscere il mio ragazzo, si renderebbe conto dell’assurdità del proprio pensiero”.

 

Tags

Articoli correlati