CronacaPrimo Piano

Unicredit, compromessi i dati “non sensibili” di 3 milioni di clienti

Nomi, città, numeri di telefono ed e-mail

Nel 2015 sono stati compromessi dati “non sensibili” di circa 3 milioni di clienti Unicredit. Il team di sicurezza informatica ha identificato un caso di accesso non autorizzato a dati relativo a un file generato nel 2015. Questo file conteneva circa 3 milioni di records, riferiti al perimetro italiano, e risultava composto solo da nomi, città, numeri di telefono ed e-mail. Lo si legge in una nota della banca che sottolinea come nell’accesso non autorizzato «non sono stati compromessi altri dati personali, nè coordinate bancarie».

Tags

Articoli correlati