Cronaca

Udine, finti vaccini: rinviata a giudizio l’assistente sanitaria

Le ipotesi di reato sono peculato, omissione d'atti d'ufficio e falsità in certificati

Il gruppo del tribunale di Udine ha rinviato a giudizio l’assistente sanitaria trevigiana sospettata di aver finto la somministrazione di vaccini ad alcuni bambini nel distretto sanitario del Medio Friuli (Udine) e nell’Usl 2 di Treviso. Il processo comincerà il 24 settembre.
Il gup del tribunale di Udine Daniele Faleschini Barnaba ha ritenuto «necessario il vaglio dibattimentale per accertare la sussistenza dei reati negli elementi obiettivo e soggettivo e l’attribuibilità degli stessi all’odierna imputata». Per questi motivi ha disposto il rinvio a giudizio. Le ipotesi di reato sono peculato, omissione d’atti d’ufficio e falsità in certificati, tutte accuse che l’assistente sanitaria ha sempre respinto.

Tags

Articoli correlati