CronacaPrimo Piano

Uccide il ladro, l’autopsia smentisce il tabaccaio: “ha sparato dall’alto”

Il commerciante aveva detto di essere sceso in cortile

L’autopsia ha smentito la prima versione data dal tabaccaio che, nella notte tra giovedì e venerdì a Pavone Canavese (Ivrea), ha sparato ai ladri uccidendo un moldavo di 24 anni. Ion Stavila è stato raggiunto alle spalle da un colpo esploso dall’alto, probabilmente dal balcone di casa.  L’autopsia eseguita questa mattina a Strambino dal medico legale Roberto Testi, non combacia con la ricostruzione del tabaccaio, Franco Iachi Bonvin. Secondo i primi esiti dell’autopsia, la ferita sul petto del moldavo non è il foro di ingresso, ma quello d’uscita del proiettile.

Il tabaccaio non sarebbe quindi sceso in cortile durante il furto e non avrebbe sparato dopo una colluttazione con i ladri. Il ladro sarebbe stato quindi colpito mentre si trovava sul marciapiede, dove è stato trovato già morto dalla polizia. Il tabaccaio, che nel primo interrogatorio in procura si è avvalso della facoltà di non rispondere, è indagato per eccesso colposo di difesa. Nei prossimi giorni sarà di nuovo ascoltato dal procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando.

Tags

Articoli correlati