Cronaca

Turismo neve, atteso fatturato 9.5 mld ma pesa caro energia

ROMA, 09 NOV – Ancora difficoltà per il turismo della neve italiano. Dopo la stagione ‘nulla’ dovuta al Covid-19 nel 2020-2021 e un’altra – lo scorso inverno – in cui non si è riusciti a tornare sui livelli prepandemici, ora si abbatte sull’economia turistica invernale l’esplosione dei costi energetici. Emerge da Skipass Panorama Turismo, osservatorio italiano del turismo montano di Jfc, che l’ANSA pubblica in anteprima, secondo cui nell’inverno 2022/2023 il fatturato complessivo salirà a quota 9 miliardi e 514 milioni di euro, segnando – nei confronti del 2021-22 – una crescita di 772 milioni, con una variazione complessiva positiva del +8,8%. “Tale valutazione circa il maggior fatturato – spiega Massimo Feruzzi, amministratore unico di Jfc e responsabile dell’Osservatorio – non inciderà, purtroppo, sulla marginalità aziendale, in quanto i maggiori incassi serviranno solo alla copertura dei maggiori costi relativi al riscaldamento, all’energia elettrica e all’approvvigionamento di generi alimentari, senza considerare tutta una serie di ulteriori costi che subiranno anch’essi incrementi (gestione amministrativa, personale, etc.). Non saranno quindi margini utili a migliorare l’Ebitda delle aziende della filiera, che rischia di subire una riduzione superiore ai 10 punti percentuali”. Nel dettaglio secondo i calcoli di Jfc è di 4 miliardi 351 milioni il fatturato del sistema ospitale nella sua complessità di strutture ricettive alberghiere ed extra-alberghiere (alberghi, villaggi, BB, residence, baite, agriturismi, case vacanza, alloggi in affitto, etc.). Si attesta a 4 miliardi 38 milioni il fatturato dei servizi quali noleggio attrezzature, maestri di sci, skipass e impianti di risalita vari, etc., vale a dire i servizi collegati alla pratica delle discipline sportive sulla neve. Infine è pari a 1 miliardo 125 milioni di euro l’ulteriore fatturato generato da altri servizi quali ristorazione, commercio, attività ricreative e di divertimento etc. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati