CronacaPrimo Piano

Tragedia sulla A14 alle porte di Bologna, tir invade un cantiere: morti due operai

Il camionista è ora indagato per omicidio colposo

Tragedia sulla A14: un tir ha invaso un cantiere nel tratto bolognese e ha ucciso due operai. I due uomini lavoravano per conto di Autostrade in un cantiere allestito all’altezza di Borgo Panigale. L’incidente è avvenuto poco prima delle 23 di ieri al km 9, nei pressi dello svincolo per il raccordo interno.

Nello stesso punto, una settimana fa un altro terribile incidente tra due tir e, esattamente l’anno scorso, il 6 agosto, le esplosioni a catena e il crollo del ponte che fecero due vittime.

Gli operai stavano terminando l’allestimento del cantiere, necessario al rifacimento delle segnaletica orizzontale, e c’era un restringimento della carreggiata indicato con cartelli e segnali luminosi. L’autista del mezzo pesante, un 62enne albanese residente in Italia, è entrato nell’area del cantiere investendo i due e rischiando di travolgere un terzo addetto riuscito a spostarsi in tempo.

Le vittime sono Antonio Pizzutelli, 38 anni, e Salvatore Vani, 46 anni, entrambi della provincia di Frosinone. Erano dipendenti di una ditta che lavora in appalto per Autostrade. Sul posto la Polizia Stradale. Il camionista, indagato per omicidio colposo, è stato sottoposto ai test per verificare se fosse sotto effetto di alcol o droghe

Tags

Articoli correlati