Cronaca

Tragedia in discoteca, tre fermati per droga. Spunta ipotesi di una banda dedita alle rapine

Trovate fuori dal locale, dentro borse e zaini, altre bombolette spray al peperoncino

Fermato un 15enne e altre due persone con l’accusa di possesso di droga. Al primo minorenne sospettato della strage in discoteca dell’8 dicembre, si aggiungono un 27enne di Fano e la fidanzata. Avevano prenotato una stanza di un residence di Senigallia per un mese.

L’ipotesi che sta prendendo piede è che alla Locanda Azzurra fosse presente una banda di giovani dedita alle rapine nei confronti di coetanei e che potrebbe aver utilizzato lo stratagemma dello spray urticante per coprirsi la fuga.

La Procura, che indaga per omicidio colposo preterintenzionale a carico di ignoti, è quindi concentrata sulla bomboletta spray consegnata dal gestore della Lanterna Azzurra e su altre bombolette rinvenute nelle borse e negli zaini abbandonati dai ragazzi durante la fuga dal locale.

Tags

Articoli correlati