Cronaca

Tragedia al porto di Ancona, cavo d’acciaio si spezza e colpisce un addetto

Il 33enne è morto questa mattina all'alba

Tragedia nel porto di Ancona: un cavo d’acciaio si è spezzato colpendo in pieno un addetto. E’ successo verso le 7.20 di oggi sulla banchina 23 della nuova darsena dove attraccano navi porta-cointainer. L’agente marittimo di 33 anni, padre di due bimbi, dipendente di un’agenzia di Ancona, è morto. Il cavo d’acciaio era in uso per assicurare le navi al molo. L’agente non era dunque direttamente interessato all’ormeggio della nave ma stava assistendo alle operazioni di carico/scarico della merce. Sono intervenuti i sanitari del 118 e della Croce gialla che hanno solo potuto constatare il decesso del 33enne. Sul posto i militari della capitaneria di porto che hanno prestato i primi soccorsi e stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Tags

Articoli correlati