Cronaca

Terrorismo: Corte, dopo 30 anni cade interesse eseguire pena

MILANO, 11 MAG – Sono “trascorsi non solo più di quarant’anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall’irrevocabilità della pronuncia di condanna” e l’8 aprile è “ormai decorso il termine massimo previsto”. Lo scrive la Corte d’Assise di Milano nell’ordinanza con cui ha dichiarato l’estinzione per prescrizione della pena di 16 anni e 11 mesi per l’ex militante dei Pac che si trova in Francia. La Corte fa notare che “il legislatore” ha stabilito che decorsi 30 anni dalla sentenza che infligge una pena temporanea viene meno “l’interesse dello Stato all’esecuzione della stessa” (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati