CronacaPrimo Piano

Taranto, uomo picchiato a morte da baby gang. Sei minori in carcere

Il gip del Tribunale per i minorenni ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare, non confermato il fermo per pericolo di fuga

Taranto – Il gip del Tribunale per i minorenni di Taranto ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i sei minori accusati di tortura, sequestro di persona, danneggiamento e violazione di domicilio nei confronti del 66enne Antonio Stano di Manduria, deceduto qualche giorno fa. Per i maggiorenni, coinvolti nella stessa inchiesta, il gip non si è ancora pronunciato sulla convalida. Nell’inchiesta sono coinvolti altri sei minori, che risultano iscritti nel registro degli indagati. Secondo il gip Morelli, i giovani per i quali è stato disposto il carcere, potrebbero inquinare le prove o ripetere gesti di violenza, mentre il fermo per il pericolo di fuga non è stato confermato. La disposizione del gip è arrivata al termine dell’interrogatorio di garanzia, durante il quale i ragazzi – secondo quanto riferito dai loro legali – sono apparsi “provati” e con gli occhi “gonfi di lacrime”. Si sono inoltre riconosciuti nei vide, rispondendo alle domande sul loro ruolo.

Tags

Articoli correlati