Cronaca

Tangenti, si dimette il sottosegretario Fabio Altitonante

Coinvolto nell'inchiesta della Dda per tangenti in Lombardia. I pm indagano su una società vicina a Laura Comi

Il consigliere regionale di Forza Italia, Fabio Altitonante, ha rimesso la delega a sottosegretario all’area Expo per la Regione Lombardia. L’incarico gli era stato già sospeso dal presidente della Lombardia Attilio Fontana martedì scorso subito dopo che Altitonante era finito agli arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Milano per tangenti negli appalti.

Nel frattempo sono in corso indagini su una società vicina a Laura Comi. I pm di Milano stanno indagando su “contratti di consulenza” ottenuti, attraverso Gioacchino Caianiello, ex coordinatore di FI a Varese e ritenuto il “burattinaio” di un presunto sistema corruttivo emerso con gli arresti di martedì, da “una società riconducibile a Lara Comi“, eurodeputata e coordinatrice provinciale di Forza Italia di Varese. “Contratti di consulenza da parte dell’ente Afol città metropolitana” per un “totale di 38.000 euro”. Lo si legge nella richiesta di custodia cautelare dei pm della Dda milanese.

Tags

Articoli correlati