CronacaPrimo Piano

Strage di Erba, la Cassazione accoglie la richiesta dei legali per nuovi accertamenti

La Corte d'Assise dovrà fissare un'udienza per decidere se possano essere avviati o meno nuovi accertamenti

Il caso della Strage di Erba potrebbe riaprirsi per un vizio formale: la Cassazione ha infatti accolto la richiesta dei legali di Olindo Romano e Rosa Bazzi di trasmettere alla Corte di Assise di Como la richiesta della difesa di nuovi accertamenti. I due sono stati condannati all’ergastolo per la morte, avvenuta l’11 dicembre 2006, di Raffaella Castagna, il suo bambino Youssef Marzouk, la madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini.

I giudici di Como, lo scorso aprile, si erano opposti alle istanze di accesso ai server delle intercettazioni, e a quelle di acquisire un cellulare Motorola ed esaminare dei reperti biologici. La Corte d’assise dovrà fissare un’udienza, a cui tutte le parti potranno partecipare, per decidere se possano essere avviati o meno nuovi accertamenti sulla strage di Erba. Secondo i giudici di Como, però, le richieste dei legali sono immotivate e inutili «a distruggere l’impianto su cui è fondata» la condanna definitiva.

Tags

Articoli correlati