Cronaca

Stefano Cucchi: il carabiniere imputato ammette per la prima volta il pestaggio

Svolta durante il processo: il ragazzo fu "colpito in faccia anche quando era per terra"

Svolta nel caso Stefano Cucchi. Il carabiniere Francesco Tedesco, imputato con altri tre colleghi per l’omicidio di Stefano Cucchi, ammette al processo il pestaggio. “Fu un’azione combinata – racconta il carabiniere – Cucchi prima iniziò a perdere l’equilibrio per il calcio di D’Alessandro poi ci fu la violenta spinta di Di Bernardo che gli fede perdere l’equilibrio provocandone una violenta caduta sul bacino. Anche la successiva botta alla testa fu violenta, ricordo di avere sentito il rumore”. “Spinsi Di Bernardo -aggiunge Tedesco- ma D’Alessandro colpì con un calcio in faccia Cucchi mentre questi era sdraiato a terra”

Immediata la reazione della famiglia con un lungo post su Facebook di Ilaria Cucchi.

Tags

Articoli correlati