CronacaPrimo Piano

Sparatoria a Trieste davanti alla Questura: morti due agenti

Avrebbe sfilato la pistola ad un agente e fatto fuoco. Un terzo agente ferito

Due agenti sono morti in seguito a una sparatoria avvenuta poco fa davanti alla Questura di Trieste. Un terzo agente sarebbe ferito. Un uomo ha sparato alcuni colpi a due agenti a bordo di una volante. Sembra che l’uomo fosse in compagnia di suo fratello, che è rimasto ferito nella sparatoria. La zona attorno alla Questura è stata isolata con un cordone di sicurezza.

Stando ad alcune testimonianze, il rapinatore sarebbe andato in Questura accompagnato dal fratello. A un certo punto, forse allontanandosi per andare in bagno, uno di loro avrebbe sfilato la pistola a uno o due agenti, sparando ai due poliziotti che sono morti poco dopo in ospedale, e ferendone un terzo, colpito di striscio ad una mano da un proiettile. Altri agenti presenti avrebbero risposto al fuoco e ferito il fratello, che è stato portato in ospedale con una ambulanza. L’aggressore ha provato a fuggire nei sotterranei della questura ma è stato fermato poco dopo.

Nell’audio diffuso dal sito dell’Adnkronos, si sente l’agente dire alla radio: «Sembra giusto dirlo anche a voi. Ho parlato adesso con i colleghi della Mobile. Hanno smesso di fare il massaggio cardiaco ai due colleghi, perché sono morti tutti e due. Agente scelto e agente… non superavamo i 30 anni».

Tags

Articoli correlati