Cronaca

Sindaco del “paese delle streghe” arrestato per bracconaggio

E' successo al primo cittadino di Triora, in provincia di Imperia

Con le accuse di avere partecipato a battute di caccia al cinghiale non consentite, e senza avere il porto d’armi, che gli era stato revocato, è stato arrestato stamani Massimo Di Fazio, sindaco di Triora, paese ligure noto per le storie legate alla persecuzione delle ‘streghe’. Gli agenti della polizia postale di Imperia gli hanno mostrato un ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del tribunale di Imperia, con l’accusa di bracconaggio e utilizzo di armi da sparo.

L’inchiesta non riguarda la figura istituzionale di sindaco, ma l’attività di Di Fazio cacciatore e, in particolare, il fatto di aver partecipato, secondo quanto contestato dalla Procura, a battute clandestine di caccia al cinghiale. Essendogli stato revocato il porto d’armi una decina di anni fa, il sindaco deve rispondere anche dell’utilizzo del fucile. Gli investigatori hanno perquisito la sua casa senza trovare al momento armi. (ANSA)

Tags

Articoli correlati