Cronaca

‘Sex and the Climate’, come il clima influenza il sesso

ROMA, 07 FEB – Che rapporto c’è fra cambiamento climatico e sesso? In che modo il riscaldamento globale influenza l’attività sessuale e i rapporti sentimentali fra le persone? A queste risposte ha provato a rispondere Stefano Caserini, docente di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano, nel suo libro “Sex and the Climate” (People). “L’Ipcc (il comitato scientifico sul clima dell’Onu, n.d.r.) nelle decine di migliaia di pagine dei suoi rapporti non ha mai scritto una riga su questo legame -, spiega Caserini sul sito Climalteranti.it, al quale collabora -. Per colmare questa lacuna, anni fa mi sono messo a raccogliere materiale che intercettavo nella letteratura scientifica, sui giornali, ma poi anche nei libri e nelle canzoni. Mi sono divertito a scandagliare le riviste di medicina, psicologia, sociologia e sessuologia”. Fra le scoperte fatte da Caserini sulla letteratura scientifica, ci sono “i possibili legami fra alti livelli di CO2 e lo stato di innamoramento” e “la riduzione delle nascite 9 mesi dopo le ondate di calore”. Sul versante più politico-sociale, ci sono “le mobilitazioni dei movimenti ecosex contro il mountain top removal (pratica devastante con cui si fanno esplodere le cime delle montagne per cavare il carbone) o quelli che piantano un albero se mandi una foto di nudo o comunque sexy”. Caserini cita anche un tweet di Fridays For Future Italia (il movimento di Greta Thunberg) per il San Valentino dell’anno scorso: “Di anno in anno un #SanValentino sempre più #hot. Make love, not CO2”. “È un libro ‘serio’ – spiega il docente -, nel senso che contiene citazioni ad una cinquantina di diverse riviste scientifiche, ma che ho voluto mantenere in una forma leggera, direi quasi ‘pop’, con citazioni di brani di Monteverdi, Tom Waits, Paolo Conte, Jim Morrison, Freddie Mercury, Cole Porter, Fabrizio De André o libri di Melania Mazzucco e Giovanni Jervis”. (ANSA).
(ANSA)

Articoli correlati