CronacaPrimo Piano

La Sea Watch va a Catania

I maggiorenni verranno poi trasferiti all'hotspot di Messina

Si sblocca la situazione della Sea Watch: la nave ha avuto indicazione di dirigersi verso il porto di Catania. Il Viminale ha fatto sapere che la scelta dipende dalla presenza di centri ministeriali per l’accoglienza di minori. I migranti maggiorenni a bordo della Sea Watch verranno trasferiti all’hotspot di Messina. Il tribunale per i minorenni di Catania ha emesso “provvedimenti di nomina di tutore per ciascuno dei minori presenti sulla Sea Wacth al fine delle attività di tutela previste dalla disciplina interna e dalla normativa internazionale”. L’atto è propedeutico allo tutela e allo sbarco dei minorenni non accompagnati che sono sulla nave della Ong tedesca battente bandiera olandese alla fonda al largo di Siracusa.

I 47 migranti verranno poi trasferiti nei Paesi europei che hanno dato la disponibilità ad accoglierli. Oltre all’Italia, saranno 6 i Paesi in cui verranno accolti i migranti: Lussemburgo, Germania, Francia, Romania, Portogallo e Malta

Tags

Articoli correlati