CronacaPrimo Piano

Sea Eye, acqua potabile razionata per i 17 sopravvissuti

I 17 sopravvissuti stanno vivendo in condizioni disperate. Ribbeck: "serve sostegno di Malta"

I 17 migranti da 16 giorni a bordo della  ‘Professor Albrecht Penck’ della ong Sea Eye stanno vivendo in condizioni disperate. Le forniture di acqua potabile sono “rigorosamente razionate”. Tra i sopravvissuti, soccorsi lo scorso 29 dicembre, anche una donna e due bambini.

“Dormono in infermeria, in un container sul ponte, e condividono solo un bagno. Non esistono materassi e abiti per cambiarsi, perché la nave non è adatta per i trasporti passeggeri più lunghi”. Lo fa sapere la ong Sea Eye.

“Se continua così – dice Jan Ribbeck, capo delle operazioni a bordo – dovremo presto chiedere a Malta il sostegno e il rifornimento delle nostre forniture. Anche i nostri rifornimenti di carburante sono finiti. Speriamo che questa situazione trovi una conclusione rapida e positiva”

Tags

Articoli correlati