Cronaca

Scarcerato il ragazzo che accoltellò il figlio della Ventura

Passa ai domiciliari con obbligo di lavoro e frequenza al centro di cura per tossicodipendenti

Davide Caddeo, il 30enne condannato a 9 anni per aver accoltellato a luglio Niccolò Bettarini, figlio di Stefano Bettarini e Simona Ventura, passa dal carcere ai domiciliari ma con “l’obbligo” di frequentare un centro di cura per tossicodipendenti e una comunità dove dovrà lavorare.

Lo ha deciso il gip Guido Salvini su istanza degli avvocati Robert Ranieli e Antonella Bisogno. Il gip ricorda la “difficile vita” dell’uomo, tossicodipendente dall’adolescenza, e mette in luce la “funzione rieducativa” della pena, anche se non definitiva.

Tags

Articoli correlati

Leggi anche

Close