Cronaca

Salme di bambini esumate senza preavviso a Monza

Una nonna si è sentita male al cimitero

Sono andati al cimitero per pregare sulla tomba del loro bambino scomparso prematuramente e si sono ritrovati uno scatolone con dentro un peluche perché la salma era stata spostata in un ossario senza preavviso. E’ quanto accaduto ad almeno cinque famiglie di piccoli defunti, sepolti nel campo 8 del cimitero comunale di Monza, dedicato ai bambini fino a dieci anni. Sulla vicenda ha presentato un’interrogazione in Consiglio comunale il consigliere comunale ed ex sindaco di Monza Roberto Scanagatti.

«Mi hanno telefonato alcuni genitori di bambini per segnalarmi l’accaduto – ha dichiarato – un cittadino mi ha raccontato che sua madre, la nonna, si è sentita male arrivando in cimitero e scoprendo che la tomba del nipotino non esiste più». Secondo il Comune, la procedura è stata seguita come da regolamento, con l’affissione di cartelli all’interno del cimitero e gli elenchi pubblicati sul sito del Comune. Da questi elenchi, cinque famiglie sarebbero state non incluse «per un errore del software informatico». (ANSA)

Tags

Articoli correlati