Cronaca

Roma, la campionessa Imen Chatbouri è stata uccisa

Non si è trattato di suicidio

Il corpo di Imen Chatbouri era stato trovato a Roma il 2 maggio, su una banchina del Tevere. Oggi la prima svolta nelle indagini: la campionessa di atletica tunisina è stata uccisa, la sua morte non è stata provocata da una fatalità e non si è suicidata.
A inchiodare il suo assassino, il video ricostruito dagli investigatori della Squadra Mobile con decine di spezzoni di filmati. Le autorità sono ora sulle tracce di un uomo che aveva passato la serata con la giovane. ora il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il pm Antonio Verdi procedono per omicidio volontario aggravato dalla premeditazione.

Tags

Articoli correlati