CronacaPrimo Piano

Regeni, supertestimone dà la svolta al caso. La rivelazione sullo 007 egiziano

Il caso sul rapimento e sulla successiva morte dello studente veneto potrebbe finalmente essere a un punto di svolta

Il caso di Giulio Regeni, prima rapito e poi ucciso con tremende torture in Egitto nel 2016, potrebbe essere arrivato a una svolta. Secondo quanto rivelato dal “Corriere della Sera”, un supertestimone avrebbe avuto modo di ascoltare uno degli 007 egiziani, già tra i 5 indagati della Procura di Roma per la morte dello studente veneto, mentre confessava il suo coinvolgimento nella sparizione e poi nell’uccisione di Regeni.

Il testimone, durante un incontro informale tra poliziotti avvenuto nel 2017, avrebbe udito il racconto dello 007 coinvolto nel rapimento: “Credevamo che fosse una spia inglese, lo abbiamo preso, io sono andato e dopo averlo caricato in macchina abbiamo dovuto picchiarlo. Io l’ho colpito al volto”.

Tags

Articoli correlati