CalcioCronacaPrimo Piano

Razzismo, consiglieri comunali contro Balotelli: mozione per diffamazione

Anche il Giudice Sportivo di Serie A ha preso la sua decisione sull'episodio

Il caso Balotelli, vittima di razzismo durante Hellas Verona-Brescia, continua a far discutere. E non potrebbe essere altrimenti data l’assurda posizione assunta da quattro consiglieri. Dopo le parole del sindaco, Federico Sboarina, che domenica aveva immediatamente negato i vergognosi ululati ecco la mozione presentata da quattro consiglieri del Comune di Verona.

Il documento in questione, che ha come primo firmatario Andrea Baccica, invita il Consiglio Comunale a “diffidare legalmente e/o adire le vie giudiziali nei confronti del calciatore e di tutti coloro che attaccano Verona diffamandola ingiustamente”. Si legge inoltre che “nessuno presente allo stadio udiva tali ululati”. Per evidenziare l’assurdità della mozione in questione, basta ricordare che in Inghilterra per gli insulti piovuti addosso ad Aubemayang e Sterling sono stati banditi in tutto cinque tifosi; stesso destino per coloro che hanno infamato la memoria di Emiliano Sala, morto in un incidente aereo.

Razzismo nel calcio, minimizzare non è la cura. Italia non può o non vuole intervenire?

L’Hellas Verona ha deciso invece di reagire alle offensive dichiarazioni rivolte dal capo ultrà Luca Castellini nei riguardi di Balotelli. La società scaligera lo ha bandito dallo stadio fino al 30 giugno 2020. Il Giudice Sportivo ha chiuso per un turno il settore est dello stadio “Bentegodi”.

Tags

Articoli correlati