Cronaca

Ragusa, rabbia e commozione al funerale di Alessio. Il padre: «lascerò Vittoria»

«Dopo questa tragedia non riesco più a vivere in questa città»

Alla fine delle orazioni funebri per il piccolo Alessio, travolto da un Suv a Vittoria, Ragusa, e ucciso da un uomo che guidava sotto effetto di alcol e droga, il padre del bimbo ha detto di voler lasciare il paese.

«Lascerò vittoria – ha affermato Alessandro D’Antonio – Dopo questa tragedia non riesco più a vivere in questa città». Arrivato sull’altare stremato, senza più lacrime, ha gridato la sua rabbia. «Non riesco più ad entrare nella mia casa». «Chiedo e pretendo giustizia per mio figlio», ha aggiunto il papà della giovane vittima.

Tags

Articoli correlati