CronacaScienza

Quota 100 e pensioni, buco di 23mila medici in 3 anni

Il sindacato medici dirigenti Anaao-Assomedi avverte: "Quadro di forte allarme"

Circa 23mila medici, tra il 2019 e il 2021, potrebbero lasciare il Servizio Sanitario Nazionale per effetto sia del raggiungimento dei limiti per la pensione sia della quota 100: è la stima fatta all’ANSA dal sindacato medici dirigenti Anaao-Assomed. I camici bianchi che lascerebbero il Ssn per pensionamento sarebbero circa 18mila ed altri 18-20mila maturerebbero i requisiti per la quota 100 anche se, di questi ultimi, si stima potrebbe poi lasciare effettivamente l’incarico circa il 25%, ovvero 4.500.

Carlo Palermo, segretario nazionale Anaao-Assomed, definisce quello che si prospetta un quadro di “forte allarme: oggi i medici in servizio nel Ssn sono infatti circa 105mila e se nei prossimi 3 anni si creasse un buco di 23mila camici bianchi, ciò porterebbe ad una pesante riduzione dei servizi per i cittadini. Tali fuoriuscite, infatti, arriverebbero in un contesto attuale della Sanità italiana che è già di forte degrado“.

Tags

Articoli correlati