CronacaPrimo Piano

Prato, 40enne partorisce un bambino: indagata per violenza su un 14enne

Le indagini sono partite dopo la querela dei genitori del ragazzo. La donna ha acconsentito al test del Dna e si dichiara innocente

Prato – Una donna di 40 anni risulta indagata per violenza sessuale su un ragazzo 14enne dopo che cinque mesi fa ha dato alla luce un bambino: la relazione tra i due sarebbe nata nell’ambito di ripetizioni che la donna impartiva al ragazzino. Gli accertamenti della squadra mobile e della Procura di Prato sono scattati dopo la querela presentata dai genitori del ragazzo, che hanno deciso di agire dopo aver appreso che la paternità del bambino era attribuita al proprio figlio.

La donna però respinge ogni accusa, acconsentendo al test del Dna, che sarà eseguito dalla Polizia nelle prossime ore. «Quella mossa contro di me è un’accusa terribile. Sono scioccata e non vedo l’ora di essere interrogata per chiarire tutto con i magistrati. Sono innocente e lo dimostrerò», ha dichiarato l’insegnante al “Corriere della Sera”. All’epoca della denuncia dei genitori, il giovane aveva dichiarato che la donna “lo voleva sempre con sé“, rivelandogli che il padre del bambino era proprio lui.

Secondo l’avvocato del 14enne, Roberta Roviello, siamo “forse davanti a una paternità inventata, che potrebbe anche essere stato l’ultimo, disperato,espediente della donna per incatenare il minore alla sua vita. Solo un’ipotesi, per il momento“.

Tags

Articoli correlati