CronacaPrimo Piano

Ponte Morandi, ai lavoratori riconosciuta indennità sul lavoro in alta quota

Con maggiorazioni del 10, 15 o 20% sulla varie elevazioni

Ai lavoratori della Cossi Costruzioni (Salini Impregilo) impegnati nella ricostruzione del nuovo Ponte Morandi sarà riconosciuta per la prima volta in Italia una indennità per il lavoro ‘in alta quota’. Lo prevede l’accordo sindacale sottoscritto con Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, con prevede anche incentivi per il week end e contributi per spese di viaggio dei trasferisti. Cossi riconoscerà al personale della lavorazione di costruzione delle pile una maggiorazione del 10%, 15% o 20% calcolata sulle varie elevazioni.

Le sigle sindacali giudicano importante l’accordo sottoscritto con la Cossi Costruzioni, segnalando i significativi risultati ottenuti. Tutte le indennità concordate verranno riconosciute con gli arretrati dal primo giugno 2019, il giorno in cui i lavoratori hanno iniziato a ricostruire il nuovo viadotto sul Polcevera. (ANSA)

Tags

Articoli correlati