Cronaca

Papa: nuovo giro vite, legge anti-corruzione per dirigenti

CITTA DEL VATICANO, 29 APR – I dirigenti vaticani, compresi i cardinali Capi Dicastero o responsabili di Enti, e gli amministrativi, dovranno sottoscrivere una dichiarazione nella quale attestano di non avere condanne o indagini per terrorismo, riciclaggio, evasione fiscale. Non potranno avere beni nei paradisi fiscali o investire in aziende che operano contro la Dottrina della Chiesa. E’ quanto stabilisce la Lettera Apostolica in forma di Motu Proprio del Papa recante disposizioni sulla trasparenza nella gestione della finanza pubblica. La dichiarazione deve essere sottoscritta all’atto di assunzione dell’ufficio o dell’incarico e poi con cadenza biennale. È inoltre proibito a tutti i dipendenti vaticani – si stabilisce nello stesso ‘decreto legge’ del Papa – accettare regali del valore superiore a 40 euro. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati