Cronaca

Palermo, assenteismo in regione: 42 “furbetti del cartellino” indagati, 11 agli arresti domiciliari

Dipendenti dell'assessorato regionale alla Salute, timbravano e andavano a fare commissioni

Operazione in Sicilia contro l’assenteismo: 42 “furbetti del cartellino” indagati a Palermo. Le Fiamme Gialle hanno posto 11 persone agli arresti domiciliari, altri 11 hanno ricevuto l’obbligo di firma. Altre 20 persone denunciate. Si tratta di dipendenti dell’Assessorato regionale alla Salute a Palermo.

Secondo la Procura di Palermo dalle indagini è “emersa una consolidata prassi di assenteismo ingiustificato” con “presenze fittizie debitamente e furbescamente certificate“. Gli indagati si recavano al supermercato o dal parrucchiere durante l’orario di lavoro, dopo aver timbrato il badge. Addirittura, tramite lo scambio dei badge e l’utilizzo improprio dei pc aziendali, riuscivano in modo sistematico ad attestare false presenze.

Tags

Articoli correlati