Cronaca

Operaio cade dal tetto e muore a Roma, Filca Cisl ‘strage’

ROMA, 16 OTT – “Ancora una volta una caduta dall’alto, ancora una volta a chiederci e domandarci il perchè. Ancora una volta a fare i conti con la morte, ancora una volta in edilizia, dove non smetteremo mai di richiamare ad elevare al massimo l’attenzione sulle norme della sicurezza”, dichiara il segretario generale della Filca Cisl di Roma Nicola Capobianco, in un comunicato che denuncia l’incidente mortale sul lavoro con vittima un operaio moldavo avvenuto ieri mentre l’uomo lavorava in una villetta in via della Nocetta, a Roma. Negli ultimi due giorni, nella capitale e nella provincia, ci sono stati un morto e un ferito nel settore delle costruzioni e nel 2022 nell’edilizia sono morti a Roma sette operai, cinque dei quali per cadute dall”alto, è il numero più alto degli ultimi 16 anni, sottolinea Filca Cisl che il 22 ottobre sarà in piazza Santi Apostoli – nel cuore della capitale – alla manifestazione nazionale per la sicurezza sul lavoro, insieme alle altre organizzazioni sindacali. “Come sindacato – continua Capobianco – esprimiamo il nostro cordoglio alla famiglia dell’operaio e proviamo un senso di impotenza terribile “. “Tutto ciò è inaccettabile e bisogna assolutamente fermare questa lunga scia di sangue. Sono vite strappate ai loro affetti, alle loro famiglie. Non possiamo rassegnarci ad assistere ad una strage a puntate. Dobbiamo fermare questa lunga scia di sangue”. (ANSA).

(ANSA)

Articoli correlati