Cronaca

Omicidio Daphne Caruana Galizia, Amnesty chiede giustizia: appello a Malta

La giornalista è stata assassinata a Malta nel 2017 con un potente ordigno

Daphne Caruana Galizia, la giornalista uccisa a Malta il 16 ottobre 2017 con un potente ordigno piazzato nella sua macchina, non ha ancora ricevuto giustizia e Amnesty International Italia lancia una petizione per chiedere al governo maltese di far luce e giustizia sul suo omicidio. “Sappiamo per certo che non si è trattato di un incidente – scrive Amensty -, ma non sappiamo ancora quali siano i mandanti del suo omicidio”.

La giornalista era diventata molto influente con i suoi pezzi di denuncia sulle più alte sfere dell’establishment maltese, pubblicati attraverso il suo blog personale. Daphne ha portato avanti indagini sulla corruzione delle più alte cariche governative di Malta e sui legami tra potenti funzionari, società private, riciclaggio di denaro sporco e vendita di passaporti maltesi.

“Le autorità maltesi, con colpevole ritardo, hanno deciso di aprire una commissione di indagine indipendente – prosegue Amnesty – ma non hanno mai consultato la famiglia di Daphne come è previsto dalla Convenzione europea sui diritti umani. Chiedi al Governo di Malta di fare giustizia sull’omicidio di Daphne.

Tags

Articoli correlati