Cronaca

Ndrangheta, arrestato Domenico Crea. Il boss era latitante dal 2015

Il capo della cosca di Rizziconi è stato condannato in via definitiva a 21 anni di reclusione

‘Ndrangheta, la polizia di Reggio Calabria ha arrestato il latitante Domenico Crea, capo della cosca di Rizziconi collegata e imparentata con la potente famiglia Alvaro di Sinopoli. Il 37enne Crea era latitante dal 2015, quando è stato colpito da una misura cautelare per associazione mafiosa ed estorsione. Da allora il boss è stato colpito anche da altri provvedimenti e condannato in via definitiva a 21 anni di reclusione.

Tags

Articoli correlati