Cronaca

Napoli, per gli investigatori il movente della sparatoria è personale

L'uomo ha dimostrato una scarsa dimestichezza con la pistola: era quasi impacciato

Sembra rafforzarsi secondo cui il killer che ha sparato a Napoli, ferendo anche la piccola Noemi, fosse spinto da motivi personali. A suscitare i dubbi degli investigatori sono le modalità con cui l’uomo ha agito, raggiungendo il luogo dell’agguato a bordo di una moto rubata e dimostrando una scarsa dimestichezza con la pistola.

Tags

Articoli correlati