Cronaca

Monza, dichiarata la morte celebrale per la donna che si era sottoposta a un intervento estetico

I familiari hanno espresso la volontà di donare gli organi

“Presenta da stamani i segni clinici di morte cerebrale” la 38enne brianzola ricoverata a Monza per un arresto cardiaco sopraggiunto dopo l’iniezione dell’anestesia da parte di un chirurgo di Seregno, nel cui studio avrebbe dovuto sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica.
È quanto fa sapere in una nota la Asst di Monza spiegando che “i famigliari hanno espresso la volontà di donare gli organi”. Il centro dove la donna è stata colpita da arresto cardiaco sopraggiunto dopo l’iniezione dell’anestesia è stato posto sotto sequestro e il chirurgo è stato iscritto nel registro degli indagati.

Tags

Articoli correlati