Cronaca

Milano, ha messo dell’acido nell’acqua di un collega: assolta

La donna è accusata anche di stalking ai danni di un'altra collega

Milano – Era stata arrestata nell’agosto 2018 per aver messo dell’acido nella bottiglietta d’acqua di un collega ed è stata assolta. Il motivo? Vizio totale di mente.
Per la donna, 53enne ormai ex dipendente dell’Eni a San Donato milanese, è stata disposta la misura di sicurezza per tre anni in una “Rems”, un ex ospedale psichiatrico giudiziario. Con la sentenza del gup Giusi Barbara il tentato omicidio per la donna, accusata anche di stalking ai danni di una collega, è stato riqualificato in lesioni.

Tags

Articoli correlati