Cronaca

Migranti, sbarco a Pozzallo: fermati 5 scafisti egiziani

A bordo 264 migranti: anche un neonato da madre violentata in campo di detenzione in Libia

Fermati dalla polizia di Stato cinque egiziani, accusati di essere i presunti scafisti del barcone con 264 migranti a bordo, arrivato due giorni fa nel porto di Pozzallo. I presunti scafisti sono accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Secondo i testimoni ascoltati dalla Squadra Mobile di Ragusa, erano i componenti dell’equipaggio alla guida del barcone. Ciascun migrante avrebbe pagato 1.500 euro per raggiungere l’Italia, per un “incasso” per gli organizzatori del traffico di uomini di quasi 400.000 dollari. Sui cinque, prima di essere portati in carcere, sono stati eseguiti rilievi da parte della polizia scientifica della Questura di Ragusa.

Tra gli sbarcati di stanotte nel porto di Pozzallo, anche una bimba di 15 giorni partorita in Libia. La madre 19enne ha raccontato di essere stata violentata durante la permanenza in un campo di detenzione libico.

Tags

Articoli correlati