Cronaca

Migranti, Ong Mediterranea: “Il figlio di Tria è uno di noi”

Stefano Paolo Tria era sulla barca a vela di supporto alla Mare Jonio

La Ong Mediterranea Saving Humans ha confermato che il figlio 38enne del ministro dell’Economia Giovanni Tria è lo skipper della barca a vela Raj che ha fatto da supporto alla Mare Jonio nel salvataggio dei 49 migranti di metà marzo. “E’ uno di noi” hanno scritto sull’account twitter. “Non ci siamo mai posti il problema di chi ognuno di noi sia figlio e parente, ma di cosa possiamo fare per salvare quante più vite umane possibile. Stefano Tria fa quello per cui Mediterranea è nata: salvare e salvarci da questo orrore”.

Stefano Paolo Tria era dunque uno degli skipper della barca a vela Raj, che faceva da supporto nelle operazioni di salvataggio della Mediterranea nel Canale di Sicilia. Ufficialmente, però, il figlio del ministro Tria fa parte del progetto Archeosail Lazio, che organizza crociere tra i siti archeologici del Mediterraneo.

Il capo missione della Mare Jonio, Luca Casarini, era stato iscritto nel registro degli indagati per concorso in favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Tags

Articoli correlati