CronacaPrimo Piano

Sei anni fa il naufragio di Lampedusa in cui morirono 368 migranti

Petizione per chiedere che il 3 ottobre diventi la "Giornata europea della memoria e dell'accoglienza"

Il 3 ottobre del 2013 alle 3:30 di notte il naufragio di Lampedusa: morirono 368 migranti, 20 i dispersi. Tra i 155 superstiti anche 41 minori. Oggi Lampedusa e non solo ricorda quella terribile notte con un omaggio silenzioso al memoriale che riporta i nomi delle vittime. Lo slogan è «Siamo tutti sulla stessa barca».

Sono passati sei anni da quella strage e da quel «mai più», ma gli sbarchi continuano. L’ultimo è avvenuto nella notte: 71 migranti sono stati soccorsi dalla guardia costiera. Molti dei migranti sarebbero originari dal Bangladesh, Gambia e Nigeria.

In 30 città europee sono state organizzate iniziative per promuovere la petizione che mira a richiedere alle istituzioni dell’Europa che il 3 ottobre la “Giornata nazionale delle vittime dell’immigrazione”, diventi la “Giornata europea della memoria e dell’accoglienza”.

Tags

Articoli correlati