Cronaca

Migranti, Mediterranea ha salvato 54 persone: ora «serve un porto sicuro»

Cosa succede adesso, e perché la Tunisia non rappresenta un porto sicuro:

L’ong italiana Mediterranea Saving Human ha salvato 54 migranti nel Mediterraneo: le persone tratte in salvo erano salpate dalla Libia e tra loro ci sono «11 donne, di cui tre incinte e una in gravi condizioni, bambini in fasce,  uomini e ragazzi».
Immediata la richiesta della Ong per l’assegnazione di Lampedusa come porto sicuro più vicino.

Mediterranea ha risposto alle polemiche di chi ha chiesto alla Ong di portare in Tunisia le persone tratte in salvo: il Paese non può essere considerato un porto sicuro, spiegano gli attivisti, «perché non ha una legislazione completa sulla protezione internazionale, e quindi non può garantire la sicurezza dei migranti».

Intanto, il veliero Alex di Mediterranea fa rotta verso Nord e le persone a bordo «finalmente possono sorridere – scrive la Ong -, salvati dal mare e dall’inferno libico».

Luigi Latini

Tags

Articoli correlati